Estate sana e sole con crema solare e altri filtri solari

Sebbene la maggior parte di loro sia felice che finalmente ci sia di nuovo molto sole, i dermatologi guardano con preoccupazione agli “adoratori del sole”. Anche se l’abbronzatura profonda non è più uno degli ideali di bellezza attuali, ci sono ancora abbastanza casi di scottature e altri danni alla pelle legati al sole. Abbiamo raccolto per te alcuni consigli su come trascorrere la tua estate in un ambiente sano e protetto con crema solare e compagnia.

Il sole è uno dei più grandi “vecchi”. Una buona protezione solare, preferibilmente facile da applicare e di lunga durata, gioca un ruolo decisivo in questo.

Perché il sole è dannoso?

I raggi del sole sono costituiti da energia, soprattutto sotto forma di radiazioni UVA e UVB. La radiazione ultravioletta penetra molto in profondità nella pelle ed è quindi responsabile della formazione di macchie senili, rughe e arrossamenti. La dermatologa Dr. Liv Kramer le chiama le tre grandi “F”: macchie (iperpigmentazione), rughe (dovute alla perdita di elastina e collagene) e rossore a chiazze. In breve: problemi di pelle che nessuno vuole. E non solo le scottature e l’abbronzatura sono pericolosi.

Il sole e la sua dannosa luce ultravioletta sono presenti anche nelle giornate nuvolose, fuori dagli uffici o dalle automobili. O semplicemente: “Se il sole non splende, è notte”. Durante il giorno il sole splende e quindi è necessaria la protezione solare.

Come funziona la protezione solare?

La prima e più semplice opzione è evitare il sole. Poiché – vedi sopra – il sole è presente anche quando appare generalmente innocuo, è necessaria una protezione solare, soprattutto in estate.

Possiamo proteggerci molto semplicemente con indumenti (funzionali). Esistono fibre speciali ad alta tecnologia resistenti ai raggi UV. Indossare guanti, cappelli o berretti è anche un modo efficace per proteggere le zone del corpo solitamente sempre esposte al sole: viso e mani.

Pratica nella vita di tutti i giorni: crema solare e compagnia

Nella vita di tutti i giorni è più pratico proteggersi con creme solari, gel solari o spray solari, con filtri chimici o minerali. Le preferenze personali giocano un ruolo importante qui:

  • Apprezzate la consistenza fresca del gel solare?
  • Ti piace il latte solare vellutato?
  • Ti piace una semplice crema solare o anche un super pratico spray continuo che puoi spruzzare sul tuo corpo da tutte le direzioni?

La funzionalità dei filtri solari con filtri minerali, che ricoprono la pelle con uno strato bianco di crema, viene rapidamente spiegata: questi filtri riflettono la luce solare. Ciò significa che contengono sostanze che formano uno strato protettivo bianco sulla pelle, attraverso il quale i raggi del sole non possono penetrare.

I cosiddetti filtri chimici sono diversi tra loro: agiscono come frangiflutti nella risacca in riva al mare. Le loro sostanze convertono le radiazioni forti e ad alta energia in radiazioni luminose e innocue che non possono più danneggiare le cellule, proprio come i frangiflutti rompono le forti onde d’acqua al largo della costa, quindi minimizzale.

Quale fattore di protezione solare è consigliato?

Se trascorri la pausa pranzo solo all’aperto, potrebbe essere sufficiente un leggero SPF 15. Questo fattore di protezione è spesso incorporato, ad esempio, in cosmetici o fondotinta. Tuttavia, se ricordi le tre F citate all’inizio e la luce ad alta energia, si consiglia una protezione maggiore per evitare danni alla pelle. Si consiglia un SPF di 20, 30 o 50 a seconda del tipo di pelle. In ogni caso, bisogna fare attenzione che la protezione solare contenga sia filtri UVA che UVB affidabili.

Nuove norme UE e svizzere sulla protezione solare

È solo di recente che l’UE e la Svizzera hanno normative che disciplinano la protezione dai raggi UV nella protezione solare. I filtri UVA e UVB dovrebbero ora essere elencati sulla confezione. I danni alla pelle possono essere evitati solo se il prodotto protegge anche dai raggi UV. Un altro punto interessante è il livello di protezione: SPF 30 filtra il 97 percento dei raggi UVB e SPF 50-98 percento. Qualunque cosa sopra SPF 50 non ha senso dal punto di vista medico.

La protezione solare funziona tutto il giorno?

Applicare la lozione una volta: protetto tutto il giorno? Quello che suona come uno slogan pubblicitario può effettivamente funzionare. Tuttavia, è importante qui verificare se le promesse di efficacia sono state supportate da studi clinici. Oppure chiedi consigli, ad esempio, alla European Cosmetics, Personal Care and Fragrance Association Colipa. La protezione del centro per tutto il giorno per le vacanze estive è ovviamente anche la massima resistenza all’acqua e la protezione UVA e UVB già citata.

Uso la protezione solare per sopprimere la mia produzione naturale di vitamina D?

Sì, la protezione solare in realtà sopprime la produzione di vitamina D. Tuttavia, poiché pochissime persone applicano la crema ovunque, non ci manca.

Un ultimo consiglio quando si sceglie la protezione solare

Quindi, se ti godi il sole entro limiti ragionevoli e sei ben protetto, non devi aver paura. I nostri suggerimenti in sintesi:

  • Cerca una protezione UVA e UVB comprovata quando acquisti creme solari.
  • Evita additivi non necessari come profumi o conservanti (ad esempio, non è necessario conservare i prodotti contenenti alcol).
  • Considera le preferenze personali (ad esempio la consistenza della protezione solare) in modo che il prodotto possa essere utilizzato anche su larga scala. Perché suona banale: indipendentemente dal gel, dalla crema o dallo spray, dai filtri minerali o chimici, vengono protette solo le aree della pelle che sono anche coperte di crema. In questo caso, l’eccezione non si applica: “less is more”, ma: sii generoso e attento.
  • Indossare indumenti a trama fitta per una maggiore protezione della pelle.
  • Evita di prendere il sole per lunghi periodi all’ora di pranzo.

Ricorda che una buona protezione solare è particolarmente importante per l’acqua perché l’acqua riflette i raggi del sole e quindi aumenta le radiazioni. Guarisci e sii sano in estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *